Scheda Corso

Il teatro di Anton CECHOV

Collegio: Artistico
Sede: Gruppo ARCO - Sala AZZURRA
Giorno: Giovedi A
Ora: 15,30
Contributo: € 0,00
Max Studenti: 33
Posti Disponibili: 9

Coordinatore: dott. Francesco Caltagirone

Anton Cechov guardava avanti, quasi fosse dotato di una naturale preveggenza. La sua arte e il suo mestiere di medico erano il segno di una compassione per un’umanità sofferente, il cui male più acuto era quello di vivere.

Una visione teatrale che si identifica con il sogno di un mondo solidale, ritagliato a misura d’uomo.

Moderato utopista, Cechov vestiva le pagine di fremente poesia, di incrollabile speranza e di nostalgico senso di appartenenza. Le grida di allarme per i già pericolanti equilibri ecologici, la cura e il senso di tolleranza per gli altri, sono ancora tematiche attuali. E l’amore, il misterioso e imprescindibile, doloroso senso dell’amore, domina un’appassionata prosa, connotata da un pudico senso di solitudine.

Questo corso si propone di restituire la sua tenera quanto ironica osservazione del mondo, di fissare le contraddittorie psicologie dei personaggi, sempre in movimento o staticamente rassegnati all’ineluttabile.

Cominciando dalla fortunata quadrilogia dei grandi drammi, si analizzeranno anche i lavori meno noti, spesso preludio delle opere più fortunate. Non sarà tralasciato ciò che è uno degli aspetti meno conosciuti di Cechov: il brillante umorismo, presente negli atti unici.

Oltre la forza espressiva dei racconti, il teatro di Cechov, teatro di parola, è un tesoro che sempre splende di inesausta luce ai nostri giorni.

Docenti e lezioni

Nome docente
CALTAGIRONE FRANCESCO